#Ancora un successo importante per il progetto Cantina Pizzolato inserito tra i protagonisti della mostra “Nuove cantine italiane.
3 minuti

Cantina Pizzolato, realtà vitivinicola trevigiana leader nella produzione di vini biologici e vegani e da sempre impegnata nella realizzazione di una viticultura rispettosa dell’ambiente in tutte le sue declinazioni, è pronta a tornare in scena a Vinitaly dal 10 al 13 aprile portando sul palcoscenico della più importante kermesse italiana dedicata al vino il meglio della sua produzione enologica 100% bio presso il Padiglione 5 – stand B3, illuminando il proprio stand con le nuove bottiglie M-USE e portando in fiera il concetto di riuso del vetro.
Sarà tuttavia un’edizione speciale quella di quest’anno. La cantina Pizzolato infatti è stata anche annoverata tra le cantine protagoniste della mostra “Nuove Cantine italiane. Territori e architetture” organizzata da Casabella, prestigiosa rivista di design, in collaborazione con Fiera Verona e Vinitaly, e patrocinata dal Consiglio Regionale del Veneto, dalla Provincia di Verona, dal Comune di Verona, e dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Verona. La mostra, che si inserisce all’interno del circuito Vinitaly and the City, sarà allestita a Palazzo Balladoro a Verona e aperto al pubblico dall’8 aprile al 13 aprile 2022. “Un vero onore – racconta Sabrina Pizzolato, co-titolare della Cantina – quello di essere presenti in una cornice così prestigiosa perfetta per raccontare ancora una volta la filosofia che ha ispirato la nostra cantina, un luogo dove mondo del vino e design si uniscono in una visione moderna e sostenibile perfettamente inserita nel contesto naturale che la circonda. Il progetto della nostra cantina rappresenta infatti per noi una scelta radicale che ha avuto e ha l’obiettivo di coinvolgere nel tempo ogni aspetto del processo produttivo: dall’utilizzo di energia pulita, auto prodotta grazie ad un impianto fotovoltaico posto sull’intero tetto della cantina, alla riduzione degli sprechi tramite impianti di ultima generazione come il depuratore biologico e a basso consumo energetico.
La cantina è figlia di un progetto firmato MADE associati, studio degli architetti trevigiani Michela De Poli e Adriano Marangon che è stato anche inserito all’interno dell’Arcipelago Italia durante la Biennale di Architettura di Venezia 2018 come “progetto nato rispettando il corredo paesaggistico che la circondava secondo filosofie che fanno assumere all’architettura quei criteri di responsabilità sociale”.
La mostra veronese nasce proprio con l’obiettivo di raccontare alcuni luoghi di eccellenza di produzione del vino capaci di coniugare design, vino, tecnologia e innovazione ma soprattutto grande rispetto per l’ambiente dove la vite viene coltivata, L’esposizione che andrà in scena in occasione dell’edizione del 2022 di Vinitaly, sarà ospitata all’interno della splendida cornice settecentesca di Palazzo Balladoro. I progetti in esposizione, tra cui anche quello di Cantina Pizzolato, sono raccolti in una pubblicazione edita Electaarchitettura.

Info e prenotazioni su: https://www.casabellaformazione.it/events/nuove-cantine-italiane-architettura-e-territori/