Dopo due anni di attesa, finalmente la pazza e irriverente carovana del Blasco, raggiunge la sua seconda tappa a Milano.

Mai affermazione fu meglio coniata di  “non è estate se non c’è Vasco” . Fino all’ultimo il meteo prometteva temporali e grandinate, confermato dal cielo plumbeo e delle folate di vento del tardo pomeriggio, ma quando mai#E il circo del Komandate raggiunge Milano ciò ferma una trepidante attesa di oltre 700 giorni.

Sostieni No#News visitando il sito del nostro inserzionista

Così dall’Area dell’Expo ci si trasferisce al nuovo Ippodromo di Milano SNAI La Maura che, nota utile per chi si vuole evitare mezz’ora di scarpinata ai prossimi concerti estivi in loco come per esempio quelli dei prossimi Idays, è quello raggiungibile dalle metro Bonola e Uruguay, non Lotto.

E così, nella fanghiglia e nell’erba fradicia un po’ stile Woodstock ci siamo e, strano ma vero, il concerto inizia con dieci minuti di anticipo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi)

La scaletta proposta è quella già sentita alla prima tappa di Trento, che evidentemente verrà riproposta in ogni serata del tour 2022. D’altronde perché cambiare quello che funziona.

Scaletta Vasco Live 2022

  1. XI comandamento
  2. L’uomo più semplice
  3. Ti prendo e ti porto via
  4. Se ti potessi dire
  5. Senza parole
  6. Amore… aiuto
  7. ….Muoviti!
  8. La pioggia alla domenica
  9. Un senso
  10. L’amore l’amore
  11. Interludio live 2022
  12. Tu ce l’hai con me
  13. C’è chi dice no
  14. Gli spari sopra
  15. ….Stupendo
  16. Siamo soli
  17. Una canzone d’amore buttata via
  18. Ti taglio la gola
  19. Rewind
  20. Delusa
  21. Eh… già
  22. Siamo qui
  23. Sballi ravvicinati del terzo tipo
  24. Toffee
  25. Sally
  26. Siamo solo noi
  27. Vita spericolata
  28. Canzone
  29. Albachiara


Dopo una partenza cattiva con il terzetto di XI comandamento, L’uomo più semplice e Ti prendo e ti porto via si frena un po’. Ma è come la salita delle montagne russe, lenta ed emozionante. Dopo l’interludio, inutile dal punti di vista degli spettatori, fondamentale per riprendere energie e grinta, si scendere in picchiata e non ci si accorge quasi che da Tu ce l’hai con me, dodicesima in scaletta, si passa per la guerra narrata in C’è chi dice no e Gli spari sopra, due gocce di sudore (o di emozione) che solcano le gote di Vasco su….Stupendo e ti ritrovi a saltare e dimenarti forsennatamente con Ti taglio la gola, Rewind (con rituale topless) e Delusa.

E in men che non si dica, ci si trova al bis che inizia con Sballi ravvicinati del terzo tipo e si conclude come da tradizione con Albachiara in un cielo che inizia a piangere di malinconia (la festa volge al termine) rischiarato dai fuochi d’artificio.

E la carovana del circo prosegue il suo viaggio, la strada davanti è ancora lunga con stop a Imola (28/5), Firenze (3/6) Napoli (7(6), Roma (11-12/6), Messina (17/6), Bari (22/6), Ancona (26/6) e Torino (30/6).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi)

Sostieni No#News visitando il sito del nostro inserzionista
Articolo precendente#Con l’aumento delle temperature cresce la voglia di sistemare casa
Articolo successivo#Come prendersi cura dei capelli