Il prossimo fine settimana Milano si tingerà di blu per salutare la nascita della M4: a partire dalle 12:30 di sabato 26 novembre, momento di apertura al pubblico, si potrà viaggiare gratuitamente da Linate Aeroporto a Dateo fino all’intera giornata di domenica 27 novembre.

Insieme ai municipi 3 e 4, è stata organizzata una festa nella giornata di sabato lungo viale Argonne. L’apertura di M4, infatti, è l’occasione per restituire a cittadine e cittadini gli spazi pubblici a lungo interessati dai cantieri della metropolitana, che il Comune ha voluto riqualificare e arricchire con nuove sistemazioni superficiali a beneficio dei quartieri. Sarà restituito il parterre centrale che percorre viale Argonne fino a piazzale Susa, completamente rinnovato con aree gioco per bambini, aree fitness con attrezzature per il corpo libero, campi da calcio, basket, bocce,  pallavolo e tavoli da ping-pong. Questi nuovi giardini saranno dotati anche di piste ciclabili, aree cani e avranno una pavimentazione ecologica e drenante.

Sostieni No#News visitando il sito del nostro inserzionista

A partire dalle ore 10 di sabato mattina, viale Argonne sarà animato da attività sportive con istruttori delle associazioni dilettantistiche, a cui seguiranno esibizioni dimostrative dei giovani nei diversi campi gioco presenti nell’area. Per i più piccoli, sempre dalle 10 fino al primo pomeriggio, si susseguiranno spettacoli di burattini e laboratori teatrali con cantastorie, laboratori creativi, momenti di giocoleria e intrattenimento con spettacoli di magia e truccabimbi.

Apertura M4 Milano, #Un fine settimana di festa per la linea blu con l’apertura della prima tratta della M4

Con l’avvio della nuova M4 saranno due le metropolitane milanesi completamente automatizzate, senza conducente (driverless). La prima tratta operativa da sabato 26 novembre è di 5 km e attraversa i quartieri orientali di Milano consentendo anche l’interscambio con le stazioni del Passante ferroviario a Dateo e Stazione Forlanini. Alla fine dei lavori, previsti nel 2024 (mentre entro giugno del 2023 si viaggerà fino a San Babila, nel cuore della città), M4 potrà contare su 21 stazioni e 15 km di estensione, attraversando la Cerchia dei navigli fino al Lorenteggio, con capolinea a San Cristoforo.

La “blu” prevede una forte integrazione con le altre linee metropolitane esistenti, il sistema ferroviario urbano, le linee di superficie e l’aeroporto cittadino. Milano avrà così una rete metropolitana totale di 118 km. La flotta sarà composta da 47 treni senza conducente e la linea potrà trasportare 24.000 passeggeri all’ora, in ogni viaggio-direzione, con una stima di 86 milioni di persone in un anno e una frequenza di picco di un treno ogni 90 secondi.  Ogni treno potrà trasportare fino a 600 passeggeri.

 

Sostieni No#News visitando il sito del nostro inserzionista
Articolo precendente#Avere gli occhi rossi può essere preoccupante?
Articolo successivo#Lonely Planet premia l’Umbria: unica destinazione italiana nel Best in Travel 2023