#I City Angels organizzano corsi di difesa personale gratuiti e aperti a tuttitempo di lettura: 3 min

Un corso di difesa personale gratuito e aperto a tutti, organizzato e patrocinato da tutti i 9 Municipi di Milano e dal Comune di Monza. E tenuto da uno che conosce molto bene la materia: Mario Furlan, fondatore dei City Angels e creatore del Wilding, l’autodifesa istintiva e psicofisica.

“Il Wilding è una difesa personale diversa dalle altre perché non si concentra su tecniche da memorizzare, bensì su principi da interiorizzare” spiega Furlan. E aggiunge: “Il Wilding è la difesa personale che risveglia il tuo istinto di sopravvivenza. E si basa sulle 2P: psicologia e prevenzione”.

Il Wilding è per questo l’autodifesa che imparano i City Angels nel loro corso di formazione. Ed è anche l’autodifesa ideale in tempi di Covid-19, visto che si basa molto più sull’aspetto mentale e comportamentale che sul contatto fisico.

Il corso di difesa personale dura circa due ore e verrà ripetuto in ciascuno dei Municipi. Si svolgerà all’aperto, rispettando il distanziamento e con la mascherina, per garantire un’assoluta sicurezza. E con le seguenti modalità:

Sabato 19 settembre
– dalle 15 alle 16,45, Municipio 2: Giardino Cassina de Pomm, ingresso da via Melchiorre Gioia
– dalle 17 alle 19, Municipio 9: Piazza Gae Aulenti, davanti alla Libreria Red Feltrinelli

Domenica 20 settembre
– dalle 10 alle 12, Municipio 7: Piazza Axum, giardini Helenio Herrera
– dalle 15 alle 16,45, Municipio 4: Parco Alessandrini, via Monte Cimone ang. Via Varsavia
– dalle 17 alle 19, Municipio 1: Giardini Montanelli, monumento a Montanelli

Sabato 26 settembre
– dalle 15 alle 16,45, Municipio 3: Giardini di Piazzale Gobetti
– dalle 17 alle 19, Municipio 6: Parco Don Giussani (ex Parco Solari), via Solari ang. via Montevideo

Domenica 27 settembre
– dalle 10 alle 12, Municipio 5: Viale Tibaldi 45, davanti al Consiglio di Zona 5
– dalle 15 alle 17, Municipio 8: Giardino dei Giusti, via Cimabue ang. via Isernia

Domenica 11 ottobre
– dalle 15 alle 17: Monza, Piazza Cambiaghi, davanti alla sede dei City Angels

Per il massimo realismo, si viene ai corsi con gli abiti che si indossano tutti i giorni. “Vanno bene anche le scarpe con il tacco e la giacca e cravatta, perché dobbiamo saperci difendere vestiti così come siamo in quel momento” spiega Furlan.

Questo è il quarto anno che si svolgono i corsi di Wilding organizzati dalle Istituzioni. Ciascun corso sarà introdotto da un rappresentante istituzionale.

Quattro anni fa i corsi di difesa personale dei City Angels hanno preso il via in un solo Municipio milanese, il 2, grazie al Presidente della Commissione Sicurezza, Riccardo Truppo; l’anno dopo hanno coinvolto anche il Municipio 9 tramite l’impegno del Presidente della Commissione Commercio, Turismo e Bilancio, Enrico Turato. E questo autunno, per la prima volta, ciascun Municipio di Milano organizza una lezione di autodifesa istintiva con Mario Furlan. “Mi aspetto che anche quest’anno partecipino molte donne, persone sopra i 40 anni e ragazzini” dice Mario Furlan. Perché “il Wilding è più mentale che fisico. Pertanto è l’ideale per chi, pur non essendo particolarmente fisicato, vuole comunque un metodo efficace per difendersi”. Lavorando sulla psiche, il Wilding aiuta inoltre ad acquisire sicurezza, autostima, assertività e consapevolezza.

Per partecipare basta scrivere a info@wildingdefense.com.

Sarà anche l’occasione per conoscere la realtà filantropica dei City Angels, che in ottobre iniziano a Milano un nuovo corso di formazione. Del quale, ovviamente, la difesa personale istintiva è parte integrante.

Per informazioni:
City Angels – Tel. 02 26809435
info@wildingdefense.com
info@cityangels.it
www.wildingdefense.com

Juri Signorini

Juri Signorini

https://www.nonewsmagazine.com

Viaggiatore iperattivo, tenta di sempre di confondersi con la popolazione indigena. Amante della lettura, legge un po' di tutto. Dai cupi autori russi, passando per i libertini francesi, attraverso i pessimisti tedeschi, per arrivare ai sofferenti per amore, inglesi. Tra gli scrittori moderni tra i preferiti spiccano Roddy Doyle, Nick Hornby e Francesco Muzzopappa. Melomane vecchio stampo: è chiamato il fondamentalista del Loggione. Ama il dramma verdiano così come le atmosfere oniriche di Wagner. L'opera preferita tuttavia è la Tosca, la quale si narra, ma non vi sono prove certe, lo abbia commosso fino alle lacrime...