#Duperdu in concerto spettacolo per Teatro nei cortilitempo di lettura: 1 min

Chiude Teatro nei cortili, la rassegna che il Teatro della Cooperativa, in collaborazione con ABITARE Società Cooperativa e l’Associazione Insieme nei cortili, ha proposto agli abitanti delle storiche case di ringhiera di Niguarda, Dergano e Affori, con Duperdu in concerto-spettacolo, martedì 15 settembre nello spazio di Via Cicerone 17 a Niguarda.Teatro nei cortili è inserita nel palinsesto di Aria di Cultura, ideata e organizzata dal Comune di Milano.

L’iniziativa è, come per gli altri appuntamenti, gratuita e sarà trasmessa in diretta streaming. Per rispettare le normative vigenti, la serata sarà aperta solo ai residenti del cortile e in caso di maltempo sarà riproposta mercoledì 16 settembre.

I Duperdu (duo composto da Marta M. Marangoni e Fabio Wolf profondamente legato al quartiere di Niguarda) intratterranno coloro che si affacceranno dai loro balconi con un concerto-spettacolo composto da aneddotica meneghina in musica, canzoni classiche della milanesità, brani originali, che narrano di personaggi storici e di vicende mitologiche e delizieranno il pubblico con melodie dedicate alle donne più celebri, che hanno lasciato un segno nel nostro quotidiano.

Un best of dei loro più riusciti successi, amati dal pubblico di grandi e piccini, per una serata tutta in musica.

L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle normative vigenti: gli spettatori potranno assistere alla performance in piena sicurezza direttamente dai loro balconi ed eventuali ulteriori ingressi (limitati alla stampa e agli addetti ai lavori, che dovranno indossare la mascherina e a cui verrà controllata la temperatura) saranno contingentati e controllati dal personale presente in loco.

Juri Signorini

Juri Signorini

https://www.nonewsmagazine.com

Viaggiatore iperattivo, tenta di sempre di confondersi con la popolazione indigena. Amante della lettura, legge un po' di tutto. Dai cupi autori russi, passando per i libertini francesi, attraverso i pessimisti tedeschi, per arrivare ai sofferenti per amore, inglesi. Tra gli scrittori moderni tra i preferiti spiccano Roddy Doyle, Nick Hornby e Francesco Muzzopappa. Melomane vecchio stampo: è chiamato il fondamentalista del Loggione. Ama il dramma verdiano così come le atmosfere oniriche di Wagner. L'opera preferita tuttavia è la Tosca, la quale si narra, ma non vi sono prove certe, lo abbia commosso fino alle lacrime...