#Drone Awards 2020: il mondo visto dall’alto catturato dagli obiettivi di fotografi internazionali

Love Heart of Nature” del fotografo australiano Jim Picôt è la foto vincitrice assoluta dell’edizione 2020 del Drone Photo Awards, il principale concorso internazionale riservato alla fotografia aerea.

Lo scatto immortala un banco di salmoni in Australia che formano la sagoma di un cuore al cui interno nuota uno squalo. Il concorso Drone Photo Awards fa parte delle iniziative del Festival “Siena Awards”, giunto alla sua sesta edizione, che si terrà a Siena dal 24 ottobre al 29 novembre con mostre e grandi nomi della fotografia mondiale. Love Heart of Nature” è stata selezionata tra le immagini più belle scattate con i droni inviate da fotografi di ben 126 Paesi. Il Drone Photo Awards 2020 è suddiviso in nove categorie: Abstract; Città vuote: vita durante il Covid-19; Natura; People; Sport; Series; Architettura urbana; Wedding e Animali. In occasione del Festival “Siena Awards”, le 45 foto premiate saranno esposte nella mostra “Above Us Only Sky”, in programma dal 24 ottobre al 29 novembre all’Accademia dei Fisiocritici di Siena, considerata tra i musei scientifici italiani più longevi. L’esposizione rappresenta l’unica mostra collettiva realizzata in Italia sulla fotografia aerea, con immagini che catturano la bellezza del mondo vista dai cieli e lasciano spazio anche all’immaginazione raccontando una storia.

Tutti i vincitori del Drone Photo Awards 2020. Nella categoria Abstract il fotografo neozelandese Paul Hoelen ha conquistato il primo posto con “Phoenix Rising”, immagine aerea scattata nella California centrale dedicata al suggestivo processo di rigenerazione nel sito minerario industriale del lago Owens. Si intitola, invece, “Black Flag” e arriva da Tel Aviv lo scatto con cui il fotografo israeliano Tomer Appelbaum ha vinto la categoria Empty Cities: Life Under Covid-19 immortalando migliaia di israeliani che mantengono le distanze sociali imposte dalle restrizioni anti Covid 19 mentre protestano contro il premier israeliano Netanyahu in piazza Rabin lo scorso 19 aprile.

Il fotografo messicano Joseph Cheires è salito sul podio della categoria Nature con lo scatto “Gray Whale Plays Pushing Tourists” realizzato a Puerto Adolfo Lopez Mateos, Baja California (Mexico), che vede protagonista una balena grigia salita alla ribalta per il suo dolce e giocoso accompagnamento delle barche. Si intitola, invece, “Frozen Land” la fotografia aerea scattata dalla svizzera Alessandra Meniconzi vincitrice nella categoria People. L’immagine celebra la vita quotidiana invernale nella steppa euroasiatica, con temperature sotto i 30°C, e spostamenti attraverso fiumi e laghi ghiacciati.

Con “On the Sea”, il fotografo italiano Roberto Corinaldesi ha conquistato la categoria Sport immortalando dall’alto, in Cornovaglia, persone che nuotano tra la schiuma bianca delle onde immerse nel tappeto blu di un mare diventato luogo dove rifugiarsi. Arrivano, invece, dall’India gli scatti intitolati “Empty seas and crowded shores” con cui il fotografo indiano Srikanth Mannepuri ha vinto la categoria Series. Attraverso una sequenza di immagini realizzate dall’alto, viene raccontata la storia della vita marina che sta lentamente collassando perché non più in grado di resistere all’eccessivo consumo di pesce.

Nella categoria Urban ha vinto il fotografo polacco Tomasz Kowalski con “Alien Structure on Earth”, in arrivo da Kuala Lumpur (Malesia). Lo scatto aereo immortala le Petronas Towers, i due impressionanti grattacieli gemelli della capitale malese noti anche come Petronas Twin Towers, e invita a cambiare punto di vista per percepire la forza di una struttura in maniera più incisiva di quanto non avessimo mai immaginato prima. La categoria Wedding vede trionfare il fotografo maldiviano Mohamed Azmeel con “Tropical Bride”, scatto in arrivo dalla Maldive con l’obiettivo di ideare qualcosa di creativo usando fiori e foglie avanzati dalle decorazioni di un matrimonio. Chiude il concorso la categoria Animals, dove vince il fotografo russo Dmitrii Viliunov con “Where Herons Live”, scatto che immortala il nido degli aironi sulle cime degli alberi.

Con “Dubai Showreel 2019”, Bachir Moukarzel è il vincitore assoluto della categoria Video.

Il vincitore della categoria Video Covid-19 è, infine, lo statunitense Pablo Barrera con il filmato “NY on Pause”.

Le foto vincitrici del Drone Awards sono visualizzabili sul sit0.

Siena Awards 2020 proporrà numerose iniziative dal 24 ottobre al 29 novembre che animeranno Siena e dintorni: da “Imagine all the People Sharing all the World”, con le foto più belle presentate al concorso Siena International Photo Awards, a cinque mostre allestite in alcune delle più suggestive location della città fino a un’esposizione a Sovicille, borgo a pochi km dalla città del Palio, che vedrà protagonista assoluto Brent Stirton, fotografo sudafricano pluripremiato a livello internazionale, con alcuni dei suoi reportage realizzati in tutto il mondo su tematiche sociali e ambientali. Il Siena Awards 2020 sarà completato dalla mostra itinerante “Non potevamo immaginare l’inimmaginabile”, che unirà reale e virtuale in un percorso fra vie e piazze del centro storico senese. Per approfondire, è possibile visitare il sito www.sienawards.com.