Il Consorzio Vini di Romagna annuncia le date di Vini ad Arte 2023, l’evento dedicato alla Romagna del vino che coinvolge stampa e operatori nell’esplorazione delle multiformi ricchezze di un territorio in continua evoluzione.

Dal 28 al 30 maggio 2023 oltre 50 produttori presenteranno in anteprima i Romagna Sangiovese Riserva DOC 2020 e i Romagna Albana DOCG secco 2022 a un parterre di giornalisti e opinion leader internazionali.

Sostieni No#News visitando il sito del nostro inserzionista

Confermato il format dell’evento: tre giorni interi alla scoperta della Romagna del vino con un ricco programma di visite a vigneti e cantine, per poi concludere con una degustazione tecnica presso gli splendidi spazi del MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, patrimonio UNESCO. Un viaggio alla scoperta delle migliori interpretazioni enologiche della Romagna ma anche delle sue bellezze naturali, storiche, culturali e gastronomiche. 

“Torna il tradizionale appuntamento per l’assaggio delle nuove annate di Sangiovese e Albana nella veste rivisitata degli ultimi due anni. A fare da corollario agli assaggi, il percorso di conoscenza dei produttori, del territorio e dei vitigni meno conosciuti della nostra regione – così la Presidente del Consorzio Vini di Romagna, Ruenza Santandrea, che conclude: “Serve vivere la Romagna per capirne i valori, i vini, il mosaico che la rappresenta.”

Vini ad Arte 2023 sarà anche l’occasione per presentare alla stampa internazionale Rocche di Romagna, il marchio collettivo europeo nato per valorizzare i Romagna Sangiovese prodotti nelle 16 sottozone.

Sostieni No#News visitando il sito del nostro inserzionista
Articolo precendente#Un nuovo modo di fare shopping, la cabina armadio di Loop
Articolo successivo#MySecretCase lancia il Bonus Goduria e presenta MySecretCase Education