#Quarantine… Music Awards tempo di lettura: 3 min

Mesi fa qualsiasi concerto live o meno ci sembrava impossibile, quando in realtà bastava “cavalcare l’onda”, ovvero, reinventarsi!

Mentre i festival nostrani stentano ormai a lasciare il segno, quello che è successo il 30 agosto oltreoceano non ha dell’incredibile, ma solo un pizzico di furbizia in più. Gli MTV Music Awards 2020, una delle kermesse musicali più attese in tutto il mondo, ha avuto luogo, condotta dall’attrice e cantante Keke Palmer, non in una, non in due, ma in sei location outdoor, a simboleggiare una grande distanza di sicurezza, all’insegna dello spettacolo e della musica: Brooklyn, Bronx, Staten Island, Queens, Manhattan e Los Angeles.

Un palco gigante, volutamente ignaro dei limiti spazio-temporali,  ha ospitato grandi nomi della musica pop contemporanea: The Weeknd, Miley Cyrus  con Midnight Sky  (e una palla da discoteca), i Black Eyed Peas e i coreani Bts. Ma qualcuno ha osato rubare LE scene, un qualcuno con mascherina led collegata al microfono e cinque cambi outfit per una sola, lunga, esplosiva esibizione di nove minuti (911, Rain On Me e Stupid Love): Lady Gaga, ancora una volta a favore dell’umanità e “sempre sul pezzo” si è esibita senza rinunce e super protetta!

“Solo perché ora siamo separati e la cultura può sembrare meno viva, sento che sta per arrivare un nuovo rinascimento“

Un nuovo rinascimento forse è ancora lontano, ma la sua voce è stata vicina come non mai. Una performance che ha lasciato il segno, anche grazie alla collaborazione del coreografo e visual director Richy Jackson, già curatore per Gaga del video Rain on me con Ariana Grande (presente sul palco in duetto). “Gaga mi ha chiesto: come facciamo a realizzare una mascherina con della tecnologia? – racconta l’artista –  la risposta è, fortunatamente, arrivata da Smooth Technology, che ha realizzato una mascherina in grado di mostrare le vocalizzazioni mediante onde colorate. Un’ulteriore call out può essere intravisto anche nel gigante pianoforte a forma di cervello umano, usato durante l’esibizione, nulla lasciato al caso insomma. E per chiudere in bellezza Lady G. si è anche aggiudicata cinque premi, tra cui il TricCon Award  (premio per gli artisti impegnati su più fronti multimediali).

Lo spettacolo ha avuto inizio con un tributo al “King” Chadwick Boseman, recentemente scomparso, senza dimeticare operatori medici e sanitari e introducendo, a tal proposito, due nuove categorie, simbolo di questo periodo storico: Best Video From Home e Best Quarantine Performance (cavalcare l’onda)! Le varie esibizioni sono state realizzate con giorni di anticipo, mentre la “diretta” della serata è stata poi montata – creando l’illusione di un evento live – in un secondo momento.

Ancora una volta l’arte e la musica ci salvano dalla realtà, seppur inglobandola, a fin di bene.

Di seguito tutti i vincitori:

The Weeknd, Blinding Lights  (Video of the Year + Best R&B)

Lady Gaga (Artist of the Year + Song of the Year/Best Collaboration/Best Cinematography

Rain on me  ft.  Ariana Grande)

Doja Cat ( Push Best New Artist)

BTS, On  (Best Pop + Best K-Pop)

BTS (Best Group + Best Coreography)

Megan Thee Stallion, Savage  (Best Hip-Hop)

Coldplay, Orphans  (Best Rock)

Machine Gun Kelly, Bloody Valentine  (Best Alternative)

Maluma ft. J Balvin, Qué Pena  (Best Latin)

H.E.R., I Can’t Breathe  (Video for Good)

Ariana Grande & Justin Bieber, Stuck with U  (Best Music Video from Home)

CNCO, MtvUnplugged At Home  (Best Quarantine Performance)

Taylor Swift, The Man  (Best Direction)

Miley Cyrus, Mother’s Daughter  (Best Editing)

Amalia Cipriani

Amalia Cipriani

Amalia Cipriani, classe 1992. Nel 2014 ha conseguito una laurea triennale in Arti, musica e spettacolo presso l’Università di Salerno, dal 2015 al 2016 ha vissuto e lavorato negli Stati Uniti, per poi trasferirsi a Bologna e conseguire nel 2019 una laurea magistrale in Cinema, televisione e produzione multimediale. Nello stesso anno ha completato un corso intensivo in Social Media Management. A luglio 2020 ha terminato un master in Promozione e digital marketing per il cinema. Attualmente vive a Milano e lavora in stage presso un’agenzia di grafica e comunicazione.