#Problemi di digestione? Enzimi naturali ed estratto di zenzero

Salute dell’apparato gastrointestinale in primo piano in questo inizio 2021. Al contrario di quanto molti pensano, i problemi digestivi non sono legati solo agli eccessi delle feste appena trascorse, anzi: cambiare drasticamente le abitudini alimentari, come spesso si fa a gennaio, vuol dire sempre mettere sotto pressione il nostro sistema digestivo. Ecco perché, nonostante lo sforzo di tornare a delle sane e regolari abitudini, possono manifestarsi degli effetti indesiderati.

A confermarlo è Maurizio Salamone, direttore scientifico di Metagenics Academy, la divisione di Metagenics che si occupa della formazione di professionisti della salute e della divulgazione di contenuti e studi scientifici. «Cominciare una dieta, o semplicemente aumentare di colpo le quantità di frutta, verdura e fibre assunte, significa sottoporre il nostro apparato digerente a un extra lavoro – spiega Salamone –. In queste situazioni, quindi, la digestione può avere bisogno di un supporto in più».

L’utilizzo di farmaci per diminuire l’acidità dello stomaco è molto diffuso, ma questi riducono la capacità di digestione delle proteine. Per favorire una buona digestione un ruolo chiave lo giocano invece gli enzimi presenti nel tratto gastrointestinale. Il loro compito è “tagliare” i macro nutrienti (carboidrati, grassi e proteine) in sostanze più semplici che il nostro corpo può assorbire. Altro coadiuvante dalla grande efficacia è l’estratto di zenzero, pianta nota da secoli per i suoi effetti benefici a sostegno della digestione. Inoltre, lo zenzero aiuta a evitare la nausea dopo il pasto.

Proprio su queste componenti ha puntato Metagenics per MetaDigest® Total, un integratore alimentare che contiene estratto di zenzero per sostenere la digestione e a base di enzimi digestivi di origine fungina (proteasi, cellulasi, amilasi, alfa-galattosidasi, maltasi, lattasi, lipasi, invertasi, fitasi) e lecitina di soia. Per gli intolleranti al lattosio c’è anche MetaDigest® Lacto, con un adeguato contenuto di lattasi.

sostieni No#News e visita il nostro sponsor

«Questi integratori agiscono in modo rapido, perché la loro azione comincia quando gli enzimi entrano in contatto con il cibo: è sufficiente assumere una capsula durante o subito dopo i pasti. Inoltre sono efficaci in qualunque condizione di pH gastrico» sottolinea Maurizio Salamone.

Anche se l’integrazione è un utile aiuto, non dobbiamo però dimenticare che il principale alleato di una buona digestione è uno stile di vita sano, a 360 gradi. «È importante per ogni singolo cittadino fare tutto ciò che è possibile per sostenere il proprio organismo – ricorda Salamone –. Per questo motivo è importante curare una micronutrizione e una corretta supplementazione a sostegno dei sistemi fondamentali dell’organismo: immunitario, cardiovascolare e muscoloscheletrico. Nelle ultime settimane si è parlato molto della prevenzione. Non si deve intervenire solo quando ci sono carenze documentate: iI concetto di prevenzione e integrazione della dieta prevede proprio di prendersi cura del proprio organismo nella quotidianità».