L’arrivo del nuovo anno porta con sé nuovi buoni propositi e per gli amanti della lettura questo significa anche nuovi libri sul comodino e grandi classici da rispolverare e riscoprire.

È proprio pensando a loro che il canale culturale Arte.tv presenta una selezione di documentari tutta dedicata alla letteratura e che, dai grandi classici ai romanzi dello scandalo, rende omaggio agli autori più diversi e alle opere che li hanno portati al successo.

Sostieni No#News visitando il sito del nostro inserzionista

Da Emily Brontë e al romanzo che l’ha resa immortale fino all’autore spagnolo Carlos Ruiz Zafón e alla sua Barcellona, città che fa da scenario alle vicende di tanti suoi personaggi, passando per il premio Nobel per la Letteratura 2022 Annie ErnauxRaymond RadiguetBoris Vian e François Sagan, ecco gli autori e le opere che gli amanti della lettura potranno approfondire attraverso i documentari del canale culturale.

Tutti i titoli sono fruibili gratuitamente sul sito arte.tv/it o sulle app ARTE per smart TV, Fire TV, Apple TV e dispositivi mobili.

“Cime Tempestose” di Emily Brontë: amore e vendetta

Emily è una delle tre sorelle Brontë e forse la più enigmatica delle tre scrittrici: il romanzo che l’ha portata al successo, Cime Tempestose, è una storia di amore e vendetta in cui l’autrice affronta diversi tabù: da una famiglia di cui denuncia la tossicità all’incesto, che racconta attraverso l’amore proibito tra un fratello e una sorella. Il documentario prova a svelare l’animo tormentato della scrittrice che, attraverso il romanzo e l’adattamento cinematografico del 1939, con Merle Oberon e Laurence Olivier, è entrata nel cuore del grande pubblico.

Carlos Ruiz Zafón e il romanzo di Barcellona

Ogni riga di Carlos Ruiz Zafón trasuda del suo amore per Barcellona: l’autore spagnolo, scomparso nel 2020, l’ha resa protagonista della sua tetralogia “Il cimitero dei libri dimenticati”, ottenendo un successo planetario. Ma la sua Barcellona, ormai, non esiste più: il suo posto lo ha preso un santuario di modernità assediato dai turisti. Questo documentario, prova a ripercorrere i mutamenti della “città delle meraviglie” attraverso le testimonianze di scrittori, editori e personalità vicine a Zafón.

Invito al viaggio: la Normandia di Annie Ernaux

Yvetot, calma cittadina costiera in Normandia, è il luogo d’infanzia della scrittrice Annie Ernaux, vincitrice del premio Nobel per la letteratura nel 2022, che maturerà poi nella più grande Rouen. In questa regione l’autrice, figlia di commercianti, troverà la giusta ispirazione per capolavori come “Il posto” e “La vergogna”. Attraverso i romanzi si interroga sul concetto di memoria, inventando uno stile intimo ma con una forte eco sociale.


Il Diavolo in corpo di Raymond Radiguet – I Romanzi dello scandalo

Nel 1923, Raymond Radiguet scrisse Il Diavolo in corpo, romanzo-scandalo che racconta l’amore tra una donna sposata e un adolescente. L’autore, ancora 20enne, morì nello stesso anno ed è così che nacque la sua leggenda. A cento anni dalla morte dello scrittore e dalla pubblicazione del suo libro questo documentario ne racconta la genesi e il suo impatto sui lettori nei decenni successivi.

I Romanzi dello scandalo: Boris Vian – “Sputerò sulle vostre tombe”

È l’estate del 1946, quando Boris Vian, durante una vacanza al mare in famiglia scrive Sputerò sulle vostre tombe: il protagonista è Lee Anderson, giovane viveur che vendica il fratello minore nero, ucciso dall’America segregazionista. Vian pubblicherà il romanzo con lo pseudonimo di Vernon Sullivan, reclamando solo la paternità della traduzione. Divenuto un bestseller, questo romanzo noir intriso di sesso, violenza e rabbia si rivelerà per lui un’opera molto più scomoda del previsto.

I Romanzi dello scandalo: Françoise Sagan – “Bonjour, tristesse – Buongiorno, tristezza”

Fu una poesia di Paul Éluard a ispirare Françoise Sagan per il suo romanzo Bonjour, tristesse. Era il 1953, l’autrice si faceva chiamare Quoirez e non aveva ancora “rubato” il nome alla principessa di Sagan di Marcel Proust. Il libro racconta l’estate della viziata 17enne Cécile, in vacanza in Costa Azzurra con il padre Raymond, attraente vedovo, e la sua amante Elsa. Mentre Cécile conosce il bel Cyril, con cui ha una storia, entra in scena Anne, amica di famiglia che li raggiunge per correggere l’educazione della ragazza: gelosa del padre, Cécile organizzerà un complotto dalle conseguenze tragiche. Primo bestseller della Francia moralista del Dopoguerra, Bonjour, tristesse verrà censurato dal Vaticano e farà da apripista all’ondata contestataria del ’68 parigino.

Sostieni No#News visitando il sito del nostro inserzionista
Articolo precendente#ROYAL CARIBBEAN: battezzata ufficialmente la Wonder of the Seas
Articolo successivo#Chi ha paura di venerdì 13?