Uscito The Book. Manuale definitivo per la ricostruzione della civiltànato dalla creatività del collettivo Hungry Minds ed edito da Marsilio, prima casa editrice al mondo a essersi aggiudicata i diritti d’autore.

Nato sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter e sostenuto da oltre ventimila finanziatori che hanno donato due milioni e passa di dollari per portarlo dal mondo virtuale a quello cartaceo, il volume unisce gli antichi codici illustrati e lo spirito pop degli ideatori che vivono sparsi per il Pianeta.

Se dovessimo ricostruire l’umanità, quali sono le migliori invenzioni e idee che hanno permesso alla nostra specie di evolversi? The Book racconta le scoperte cruciali avvenute nel corso della nostra storia, correlate da meravigliosi disegni. Dalla ruota alle erbe medicinali, dal sottomarino alla psicoterapia, dall’arte al cibo: in 23 capitoli si esplorano 180 innovazioni materiali e immateriali che hanno migliorato la nostra specie.

Il volume, 404 pagine e 730 illustrazioni, si ispira ad alcuni tra i più misteriosi e immaginifici libri della storia: il simbolismo delle immagini si collega al leggendario manoscritto Voynich del quindicesimo secolo, mentre la classificazione delle idee richiama la Summa Technologiae di Stanisław Lem. Pagina dopo pagina si attraversano tempo e spazio, andando alla radice di noi stessi e dei mondi da cui proveniamo.

Il libro racconta con straordinarie illustrazioni la storia delle storie, mostrando la fragilità e la grandezza dell’essere umano. Un appassionante viaggio da scoprire, ammirare e conoscere. Un elegante manuale che ci ricorda il nostro passato. Una fonte di ispirazione per un futuro da costruire.

Chi lo ha visto e ha potuto sfogliarlo ne è rimasto incantato. In soli quattro mesi sono letteralmente andate a ruba 900 copie in sei lanci speciali. Dal 19 maggio, quando The Book è stato presentato alla Fiera del Libro di Torino, al primo settembre, sono state infatti messe in vendita 100 copie al mese, numerate e da collezione, sul sito www.the-book.it, ma data la straordinaria richiesta a luglio, agosto e settembre Marsilio ha aumentato la disponibilità, mettendone 200 a disposizione, acquistate tutte nei primi minuti.

The Book. Manuale definitivo per la ricostruzione della civiltà, #The Book del collettivo Hungry Mind

Curiosità su THE BOOK

  • Hungry Minds è un collettivo fondato da Vsevolod Batischev e Timur Kadyrov, arricchito da un team di esperti in diverse discipline che vivono nei luoghi più disparati del mondo. La parte più difficile del lavoro è stata infatti quella di riuscire a trovare un orario per le riunioni online che andasse bene per le diversi latitudini.
  • Il volume è composto da 23 sezioni, 177 capitoli, 730 illustrazioni, 180 scoperte. I macro-argomenti trattati sono: Le Basi; Medicina; Piante; Animali; Cibo; Materiali; Utensili; Edilizia; Meccanica; Ottica; Elettricità; Navigazione; Aeronautica; Industria; Arte militare; Vita quotidiana; Comunicazione; Arte; Musica; Umanità; Giochi; Delicatessen e Società.
    Ogni sezione è a sua volta suddivisa in argomenti, materiali e immateriali. Per esempio, nel primo capitolo, le Basi, sono descritti il fuoco, la ricerca dell’acqua, le piante edibili, la corda e molto altro. Tra le più importanti idee, invenzioni e illuminazioni gli Hungry Minds si sono focalizzati su scoperte come gli strumenti chirurgici; le coltivazioni; l’utilizzo di metalli e minerali; gli archi e i ponti; gli specchi; la lampadina; la bussola; l’aereo; le macchine da scrivere e da stampa; il preservativo e le chiavi.
  • Non mancano i capitoli sulle scoperte più spirituali dell’umanità come la meditazione, lo yoga, l’interpretazione dei sogni, la respirazione e la psicoterapia, ma anche l’arte, il teatro e la musica con strumenti come lo scacciapensieri, il berimbau e il carillon. Tra le forme d’arte c’è anche il tatuaggio, la cura dei bonsai e l’ikebana. Nel capitolo sui giochi, oltre agli scacchi e alle carte e ad altri, gli Hungry Minds includono anche i sex toys.
  • Nell’ultimo capitolo, la Società, ci sono gli ingredienti finali per la ricostruzione dell’umanità: i riti di passaggio, il controllo della violenza, l’arte del racconto, la città e i festival. «La società umana è come un organismo vivente le cui cellule si modificano senza posa per adempiere a mansioni specifiche all’interno del corpo» scrivono gli Hungry Minds nell’introduzione su come nasce il rito di passaggio.
  • Nel sito di The Book si può partecipare al gioco Cosa salveresti della nostra civiltà? suggerendo quali sono le idee che mancano. L’opera iniziata da Hungry Minds non è finita e il contributo di ogni persona arricchisce un viaggio nella conoscenza appena iniziato.