Il sonno è l’elemento essenziale per una vita sana ed equilibrata. È proprio durante il sonno che il corpo si rigenera e la mente si rinnova, preparandoci per affrontare le sfide quotidiane con energia e freschezza. Tuttavia, nonostante la sua importanza, spesso il sonno non riceve l’attenzione che merita, è quindi di fondamentale importanza riscoprire il valore di una buona notte di sonno e il suo impatto su benessere psicofisico e performance sportive.

Per far sì che il sonno riesca davvero a migliorare la qualità della vita, è necessario sviluppare comportamenti e abitudini che permettano di riposare adeguatamente: “un buon riposo – infatti – non consiste soltanto nel dormire bene, ma anche nell’allenare il corpo durante il giorno ad essere preparato proprio al buon riposo: ad esempio la preparazione prima di andare a letto è molto importante così come svolgere attività fisica sin dal mattino e poi durante la giornata, che aiutino a scaricarsi e accogliere al meglio il sonno rigenerativo” afferma Elena Buscone, personal trainer in forza all’Aspria Harbour Club di Milano.

Sono diversi gli esercizi o i corsi da svolgere al mattino per sentirsi più energici durante la giornata, affrontarla nel pieno delle proprie forze fisiche e mentali e preparare il corpo al sonno ristoratore:

  • TRX: Gli esercizi del TRX simulano i movimenti della vita di tutti i giorni o di uno sport specifico. Aiutano non solo a ridurre il peso e ad incrementare ed allenare la massa muscolare, ma anche ad attenuare i comuni problemi di mal di schiena, riabilitarsi dopo un infortunio oppure rafforzare il torso e gli addominali così che i disturbi non si presentino anche di notte.
  • Body pump Les Milles: Con l’ausilio di bilanciere, manubri e step interessa tutti i gruppi muscolari, migliora tono forza, postura e fa consumare molte calorie, fino a 500 a lezione. Ottimo per stancare tutto il corpo!
  • Indoor Cycling: Dimagrimento, tonificazione di tutto il corpo, rilassamento. Su una bici fissata a terra, che ricorda più un modello da strada che una cyclette, ci si muove a ritmo di musica che varia con andature più o meno veloci in base alla strada che si immagina di percorrere. Il giusto mix di intensità.

Al contrario, verso sera, è più indicato svolgere esercizi rilassanti come quelli delle discipline più meditative, ad esempio:

  • Yogilates: l’essenza dello yoga e i benefici del pilates in un unico corso, per un allenamento completo ed equilibrato.
  • Yoga flow: tipo di yoga che sincronizza il respiro con il movimento e unisce le asanas mantenendo un ritmo morbido, una tecnica per rilassarsi e per gestire lo stress.
  • Sofrologia: una tecnica di rilassamento molto potente che permette di gestire lo stress e tutte le emozioni in totale autonomia, composta da esercizi semplici e concreti di rilassamento muscolare, di respirazione controllata e di visualizzazioni positive.

Ma per un relax totale, il consiglio degli esperti di Aspria Harbour Club è quello di concedersi ogni tanto qualche coccola rilassante e rigenerante. Alcuni trattamenti Spa sono la soluzione perfetta per predisporre mente e corpo al sonno come una vera coccola, ad esempio:

  • Inner Calm Massagge: Un’esperienza aromaterapica e olistica per alleviare tensioni muscolari ed ansia, e raggiungere uno stato di rilassamento profondo.
  • Traditional Swedish Massage: Rilassante, migliora la circolazione, scioglie le contratture e rivitalizza il corpo dalla testa ai piedi.

Per accompagnare tutte queste attività e raggiungere un rituale del sonno davvero perfetto, è possibile attuare ancora alcuni piccoli accorgimenti extra: spegnere gli schermi un’ora prima di andare in camera, assumere integratori a base di melatonina, posizionare la sveglia o il cellulare lontani dal letto in modo che durante i risvegli notturni si eviti di guardarli o ancora svegliarsi sempre alla stessa ora per dare al corpo la giusta routine. Resta però una domanda a cui rispondere: ma quante ore a notte è necessario dormire?

Non esiste un’unica risposta, il corpo di ognuno è diverso. Alcune persone possono davvero funzionare bene con cinque o sei ore di sonno a notte. A prescindere dalla quantità di ore di sonno necessarie, è sicuro che per dormire bene si dovrebbe essere rilassati al 100% e grazie a tutti i suggerimenti raccolti fino ad ora sarà possibile farlo. Se tutto ciò non dovesse bastare, si può ricorrere in ultimo alla tecnica di respirazione consapevole che consente di rallentare la respirazione, rallentando automaticamente anche la frequenza cardiaca e l’attività delle onde cerebrali con tre semplici passaggi:

  1. Inspirare contando fino a 4.
  2. Trattenere il respiro contando nuovamente fino a 4.
  3. Espirare contando fino a 8.