capelli non sono tutti uguali. Dalla cute sensibile fino all’eccessiva o alla scarsa produzione di sebo, ogni chioma ha bisogno di una haircare routine specifica e quotidiana per essere mantenuta forte, luminosa e in salute.

Per questo Barberino’s, condivide una guida dedicata alla cura dei capelli e della barba con i suggerimenti per l’asciugatura, gli errori da evitare, e i prodotti da scegliere a seconda della propria tipologia di capello.

Capelli grassi: purificare, ma con delicatezza

capelli grassi sono il risultato di un’eccessiva produzione di sebo, una condizione riconducibile a fattori ormonali, ambientali o ad abitudini scorrette, come un’alimentazione non bilanciata, il fumo o l’utilizzo di prodotti haircare con agenti aggressivi che sbilanciano l’equilibrio della cute. In questi casi è meglio quindi prediligere soluzioni delicate, ricche di principi attivi che aiutino a ripristinare il pH naturale del cuoio capelluto, come uno shampoo purificante a base di essenze naturali ad azione nutriente.

Oltre a una scelta corretta dei prodotti, in caso di cute o capelli grassi si consiglia di non spazzolare troppo i capelli e di utilizzare a temperature troppo elevate l’acqua e il phon, che va tenuto ad almeno 30 centimetri dal cuoio capelluto.

Capelli secchi: nutrire in profondità e rinforzare

Anche i capelli secchi possono essere il risultato di diversi fattori: dalla genetica a un’alimentazione povera di vitamine e minerali fino a un’eccessiva esposizione ai raggi solari, comune soprattutto durante l’estate. In questo caso, l’utilizzo scorretto e a temperature elevate di phon e acqua e prodotti con sostanze dannose o troppo aggressive possono acuire ulteriormente la disidratazione. Per prendersi cura di questa tipologia è meglio scegliere uno shampoo energizzante e rinforzante con caffeina e mentolo, che nutre i capelli fragili e sfibrati rafforzando il cuoio capelluto e agendo come anticaduta. In questo caso si consiglia inoltre di accompagnare il lavaggio con un delicato massaggio con i polpastrelli alla cute per attivare il microcircolo e garantire il giusto apporto di sostanze nutritive al cuoio capelluto e, di conseguenza, al bulbo.

A un prodotto specifico può essere inoltre affiancato l’utilizzo di maschere e oli nutrienti, come l’All-In-One Argan Oil, da applicare anche sui capelli asciutti e, in particolare, sulle punte, per chiuderle e sigillare l’idratazione all’interno del fusto.

Capelli sensibile e lavaggi frequenti: attenzione all’asciugatura

In caso di cute sensibile o di lavaggi quotidiani è importante seguire una haircare routine delicata che non stressi e preservi l’equilibrio  del cuoio capelluto. Meglio quindi evitare l’uso di prodotti con agenti schiumogeni aggressivi e scegliere uno shampoo delicato pensato appositamente per l’uso quotidiano.

Al momento dell’asciugatura, invece, non bisogna frizionare eccessivamente la chioma né usare il phon troppo caldo, che potrebbe sensibilizzare ancora di più la cute portando all’insorgenza di problemi legati all’eccessiva o alla scarsa produzione di sebo, a seconda della propria predisposizione genetica.

Capelli difficili da disciplinare: dall’asciugatura allo styling

I capelli crespi difficili da disciplinare sono spesso frutto di un’errata routine, di una scarsa idratazione del capello, che porta le cuticole del fusto ad aprirsi per assorbire l’umidità presente nell’aria, o il risultato di abitudini scorrette, come un’alimentazione povera di grassi insaturi o lavaggi troppo frequenti. Possono incidere sul crespo anche trattamenti come scoloriture, prodotti per lo styling seccanti e persino un taglio errato, che privilegia troppo lo sfoltimento o le scalature. L’effetto crespo, inoltre, può essere dovuto a stress termici e meccanici durante l’asciugatura, che possono però essere facilmente evitati utilizzando subito dopo il lavaggio un panno in microfibra, che preserva l’acqua all’interno del capello, ma anche preferendo phon agli ioni e a basse temperature e usando spazzole con setole naturali e pettini in legno.

Al momento dello styling, invece, in soccorso arrivano creme, cere, che contribuiscono a sigillare le cuticole del capello trattenendo l’idratazione, e spray.

Barba e pelle del viso: parola d’ordine “idratazione”

Così come i capelli e il cuoio capelluto, anche la barba e la pelle del viso hanno bisogno di cure specifiche per essere forti e in salute. I peli della barba, infatti, hanno un pH diverso rispetto a quello dei capelli ed è quindi molto importante scegliere detergenti specifici, naturali e delicati, che non abbiano un effetto occlusivo sui pori, per evitare l’insorgere di inestetismi, mantenendo così in salute la pelle del viso e di conseguenza, la barba. La stessa cura va applicata al momento della rasatura, prediligendo una schiuma da barba con ingredienti naturali e adatta anche alle pelli più sensibili.