Un’idea che – dopo il successo degli eventi “Borghi di Luce” a Domodossola (VB) ed Arona (NO) lo scorso anno – prende vita per illuminare questa volta due isole d’eccellenza dei nostri laghi Maggiore e d’Orta. Un nuovo progetto questo che mira fortemente a promuovere e valorizzare il patrimonio turistico e culturale dando “nuova luce” alle storiche costruzioni lacustri – tra pesca e fede – presenti su entrambe le isole.

Due eventi che daranno ampia visibilità mediatica al territorio (anche in tema di destagionalizzazione) e al progetto, due prestigiosi spettacoli di luce – per tutto il periodo delle festività.

«Per i nostri eventi si è pensato di prediligere nuovamente una tipologia di spettacolo a basso impatto ambientale, che fosse silenzioso e suggestivo allo stesso tempo, perfetto per ricreare un’ambientazione natalizia unica nel suo genere – racconta Francesco Gaiardelli, Presidente del Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell’Ossola. – Le luci vestiranno di colori i palazzi, i monumenti più belli e gli angoli più suggestivi delle due isole, trasformando la loro skyline – riflessa anche nell’acqua – in un vero e proprio “presepe galleggiante”».

Palazzi e monumenti delle due isole saranno valorizzati dalla luce che ogni sera li illuminerà all’insegna delle atmosfere festive e di un’ambientazione magica. Un’occasione di richiamo per turisti e per i cittadini, anche in ottica di destagionalizzazione turistica.

«Il concetto alla base di questo progetto è quello di investire su nuove idee e linguaggi per comunicare – anche in modo alternativo – la straordinaria bellezza del nostro patrimonio turistico – continua il Presidente Francesco Gaiardelli – ammirabile, tra l’altro e soprattutto, dai lungolaghi di Stresa e Baveno e da cittadine e frazioni che affacciano sulle due isole, incluse quelle collinari. Siamo certi – conclude il Presidente Gaiardelli – di poter raggiungere quello straordinario “effetto WOW” che supererà le aspettative delle persone per generare stupore ed ammirazione».

Le isole scelte per questi eventi rappresentano anche due “borghi d’eccellenza” del nostro territorio e che si prestano a meraviglia anche per la loro particolare suggestione: L’ISOLA DEI PESCATORI (VB – Lago Maggiore) e L’ISOLA DI SAN GIULIO (NO – Lago d’Orta).

Con l’ISOLA DEI COLORI l’illuminazione sarà protagonista sull’Isola dei Pescatori (Stresa, Lago Maggiore) a partire da martedì 12 dicembre, con accensione quotidiana dalle ore 17.00 alle ore 1.00.

Una serie di proiettori trasformerà radicalmente l’isola, che diventerà protagonista di un’atmosfera di festa riflessa sull’acqua. Lente animazioni creeranno centinaia di combinazioni di colore sempre diverse che coinvolgeranno tutta la superficie.

L’Isola dei Pescatori (Stresa, VB), borgo lacustre d’eccellenza, è l’unica isola dell’arcipelago Borromeo ad essere stabilmente abitata da chi, principalmente, svolge una professione tipica tramandata di generazione in generazione, quella della pesca. L’isola si presenta come un borgo da cartolina sospeso sull’acqua, ci si perde nello spettacolare dedalo di vicoli acciottolati, lungo i quali ci si sposta rigorosamente a piedi e si ammirano le caratteristiche case colorate a più piani. L’Isola dei Pescatori appartiene al territorio del Comune di Stresa, località turistica assai rinomata già a partire dal XIX secolo, grazie alla presenza di illustri personaggi. Sul lungolago si trovano eleganti alberghi. Da non perdere, tanto sull’isola quanto sulla terraferma, i biscotti tipici di Stresa, le Margheritine sfornate per la prima volta nel 1857 dal pasticciere stresiano Pietro Antonio Bolongaro e che fecero innamorare la Regina Margherita; proprio in onore della sovrana, ai fragranti biscotti venne dato proprio il suo nome.

«L’amministrazione della Città di Stresa accoglie con grande entusiasmo l’evento “Isole di Luce” e ringrazia il Distretto Turistico dei Laghi per l’iniziativa proposta al nostro Comune – spiegano il Sindaco della cittadina Marcella Severino e l’Assessore al Turismo Maria Grazia Bolongaro. Attrarre il turismo di prossimità nel periodo invernale e prolungare la stagione è una delle priorità del nostro programma elettorale – continua Marcella Severino – e crediamo che la comunicazione e la collaborazione tra enti pubblici e organizzatori privati, che fanno rete con costruttive condivisioni di obiettivi comuni, sia una modalità vincente.

Stresa è già la Città del Natale dal 2021 – conclude l’Assessore Bolongaro – e questa iniziativa realizzata sulla nostra bella Isola dei Pescatori non farà altro che aumentare l’interesse e la visibilità della nostra cittadina che, in contemporanea, offrirà anche iniziative di videomapping, luminarie natalizie, mercatini di Natale, giostre, giochi creativi e altre importanti iniziative per grandi e piccoli. Fondamentale la collaborazione con la Grotta di Babbo Natale che attira il turismo delle famiglie, un settore in forte crescita anche per la nostra città».

Con l’ISOLA DELLE STELLE l’illuminazione sarà protagonista sull’Isola di San Giulio (Orta San Giulio, Lago d’Orta) a partire da venerdì 15 dicembre, con accensione quotidiana dalle ore 17.00 alle ore 1.00.
Le stelle di Giotto saranno protagoniste di un’installazione che unisce poesia, spettacolo e misticità. L’isola apparirà dipinta di toni blu chiaro e scuro con alcuni elementi giallo oro.

L’Isola di San Giulio, sul Lago d’Orta, è di competenza amministrativa del Comune di Orta San Giulio: con un perimetro di soli 650 metri l’isola presenta una costruzione più alta edificata sull’antico castello, il Seminario del 1844, oggi abbazia di monache benedettine “Mater Ecclesiae”; non meno grandiosa è la Basilica di San Giulio, fondata nel IV secolo. Di particolare rilievo sono l’Ambone ricavato da un monolito in serpentino grigio-verde di Oira e la cripta con la teca argentea (1697) con le spoglie di San Giulio. Una strada percorre ad anello tutta l’isola, la cosiddetta “Via del Silenzio e della Meditazione” a seconda di come la si percorra.

«Nel silenzio della notte, la magia dei colori che illumina di Luce l’Isola di San Giulio, rende l’atmosfera del Lago d’Orta un piccolo scrigno di bellezza e di armonia. Fa sognare ed emozionare. Allo sguardo della Stella Cometa l’anima si riempie di Pace e lo Spirito resta ricco di Gioia e di Speranza.». Queste le parole del sindaco di Orta San Giulio, dott. Giorgio Angeleri.

«E’ un vero onore continuare la collaborazione con il Distretto Turistico dei Laghi – commenta Cristiano Pigino, CEO Proietta SRL. Sull’ Isola di San Giulio abbiamo scelto un tema in sintonia con il luogo, sede di un antico e attivo monastero di clausura, per celebrare Giotto, genio e Maestro che ha letteralmente rivoluzionato la pittura. Le sue stelle, uniche e riconoscibili, insieme ai caratteristici toni di blu e giallo, “dipingono” l’isola nel contesto dello straordinario paesaggio naturale che la circonda. L’installazione natalizia realizzata sull’isola dei Pescatori invece vuole essere un segnale di serenità attraverso luci e colori in un momento di grandi tragedie internazionali – continua Cristiano Pigino. L’obiettivo è quello di trasmettere emozione attraverso il continuo mutare delle cromie generato da tanti piccoli proiettori led posizionati in punti strategici dell’isola. Grazie per la fiducia e l’opportunità di far parte di questi nuovi stimolanti progetti».

I due eventi sono promossi dal Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell’Ossola e finanziati da Regione Piemonte, all’interno del progetto “Grandi Eventi 2023” – D.D. 283 del 15 settembre 2023.