Una delle penne più apprezzate degli ultimi anni tra i cantautori della nuova generazione, Breshtorna oggi con “Torcida“, il nuovo singolo disponibile su tutte le piattaforme digitali e in radio a partire da venerdì 17 maggio.

Scritta da Bresh, insieme ad Alessandro De Crescenzo e Zef, che ne ha curato anche la produzione, “Torcida” racconta, attraverso il vortice di esperienze della vita, la ricerca continua del vero significato dei luoghi in cui si vive ma che non si riescono ad assaporare perché sembrano scene di film già visti.

Nel titolo Bresh prende in prestito il termine del lessico latino-americano per indicare il rumore della tifoseria calcistica tipica delle curve degli stadi sudamericani, luoghi che il cantautore ha esplorato nei suoi viaggi di questi ultimi mesi, allontanandosi dalla routine e da un tempo che corre troppo, rientrando in contatto con se stesso e tornando a vivere pienamente i momenti.

Non a caso il singolo si apre con dei versi malinconici in brasiliano che anticipano il crescendo della strofa in cui Bresh realizza di commettere gli stessi errori di sempre. La persona amata viene paragonata prima alla figura mitologica ammaliatrice di Medusa e poi a quella di una sirena – rappresentata anche nell’artwork del singolo – creature con la capacità di imprigionare le loro prede con delle illusioni. Così come la persona un tempo amata lo riporta sempre a una visione ricorrente, anche il luogo in cui ha scelto di vivere lo porta a sentirsi insoddisfatto, in cui non si sente a casa e dal quale vuole fuggire continuamente, alla ricerca della vita vera.