#Se la solitudine e il non sapere il perché, ti portasse ad inventarti una realtà?

Nonna ci picchia spesso, con le sue mani ossute, con una scopa o uno strofinaccio bagnato. Ci tira per le orecchie, ci agguanta per i capelli.

I colpi fanno male e ci fanno piangere.

Le cadute, le sbucciature, i tagli, il lavoro, il freddo e il caldo sono ugualmente causa di sofferenza.

….. Il verbo amare non è un verbo sicuro, manca di precisione e di obiettività. «Amare le noci» e «amare nostra Madre», non può voler dire la stessa cosa. La prima formula designa un gusto gradevole in bocca, e la seconda un sentimento.

Le parole che definiscono i sentimenti sono molto vaghe, è meglio evitare il loro impiego e attenersi alla descrizione degli oggetti, degli esseri umani e di se stessi, vale a dire alla descrizione dei fatti.

 

Questo è uno di quei libri che indubbiamente andrebbe letto, poco importa della trama o descriverne la prosa, perché è solo leggendolo che si può capire. È solo leggendolo che ci si avvicina a capire la tristezza, il dolore, la paura, e cosa comporta in una persona l’effetto che può fare la mancanza di affetto, la percezione della solitudine degli affetti più cari, i danni provocati da una guerra e il sistema totalitario in cui ci si ritrova a vivere.

Il male che un essere umano può fare ad un altro essere umano in cosa e in quanto si può quantificare?

sostieni No#News e visita il nostro sponsor

sostieni No#News e visita il nostro sponsor

Quali sono le armi di difesa psicologica che si possono adottare?

Ignorare i sentimenti altrui cosa comporta?

E quanto male fa essere lasciati a se stessi senza che nessuno te ne spieghi il motivo?

I bambini hanno un’anima ed un cuore più grande e sensibile degli adulti, e gli adulti si dimenticano di parlargli, di spiegargli. Sovente credono che un bambino non comprende, che non è in grado di capire. Perché tutti quei non detti, tutti quei silenzi, tutta quella indifferenza creano un muro intorno al cuore, una devastazione psicologica con la quale ci si conviverà per tutta la vita.

sostieni No#News e visita il nostro sponsor

sostieni No#News e visita il nostro sponsor

Ecco prendete tutto questo, metteteci la seconda guerra mondiale, il comunismo post guerra e un paese dell’Est.

Solitudine, sofferenza, fame, freddo, regime dittatoriale e un passato, che tanto passato non è, dove i bambini erano trattati poco più che bestie.

La prima storia

La seconda storia

sostieni No#News e visita il nostro sponsor

sostieni No#News e visita il nostro sponsor

La terza storia

E un finale devastante.